Con Linda e Luca ...: Foto Video Posts

sabato 27 ottobre 2012

Prima di fianco ...

Avevamo deciso di lasciare che Luca e Linda imparino a camminare da soli,
senza aiuti. Senza cioè sorreggerli per le mani come si vede spesso a giro.

Era una nostra idea. Avevamo la sensazione che fosse molto meglio lasciarli fare da soli.
Lasciarli alle prese con il doversi arrangiare a trovare il modo di stare in piedi,
di arreggersi a qualcosa, di tenere l'equilibrio, di coordinare gli arti, ...

Poi, oggi, abbiamo trovato un libretto del Meyer che non avevamo ancora letto
che dice che il modo giusto di fare imparare i bambini a camminare ...
è proprio quello di lasciarli fare da soli, senza aiuti.

Cominceranno dall'arreggersi a divani e tavoli. Poi faranno dei passetti di fianco (e questo è il punto a cui sono arrivati Luca e Linda), poi piano piano si organizzeranno per riuscire a camminare.

La libertà, l'autonomia, l'indipendenza, la ricerca dell'equilibrio, la ricerca della postura,
la coordinazione degli arti, ... sono solo alcuni degli aspetti che vengono potenziati quando
il bimbo fa da solo.

Ovviamente il processo di apprendimento può essere più lento in questo modo ...
Ma chi ci corre dietro ?!!

_______________


Capita a volte che qualcuno al parco gioca con Luca e Linda e pretende di tenerli per mano
per farli provare a camminare. Ma loro si rifiutano ... :)

Non mi era mai piaciuta l'immagine di mamme e babbi piegati in due per reggere
per le mani un bambino che tenta di camminare senza poter usare le braccia
e che si trova costretto a spanciare ed a lordosizzare in maniera poco sana.


________________

Ovviamente meglio se tutto il processo di conquista del camminare viene fatto a piedi nudi ...


Credo di aver quasi superato i travagli interni che mi hanno tormentato a lungo ...
e credo che prima o poi riuscirò a scriverne ed a scrivere nuovi appunti.




2 commenti:

Maria Carla Palmeri ha detto...

Mi viene da immaginare i primi passi... quando lasceranno la corda, il mobile, il divano, o chissà cos'altro a cui saranno aggrappati in quel momento.
E' emozionante, sarà una loro conquista... e come degli uccelli spiccheranno il volo.
Grazie guz per aver sempre continuato a scrivere!
mc

zia Emilia ha detto...

Il mondo é un enorme baule da cui, come x magia fuoriescono corde dove ci si può aggrappare, giochini da inventare ed imitare,i colori dei fiori, il verde delle piante, coriandoli di luce. Tutto ciò appartiene ai vostri due aquilotti: oggi. Domani rappresenterà una parte del loro bagaglio di vita che li condurrà verso gli orizzonti della loro esistenza. Bravi a voi, genitori speciali, che siete stati capaci di inventarvi la fomula giusta... baci zia Emilia